Crea sito

LA FAMIGLIA TURCO

HOME frinco il castello C'era una volta... la famiglia Pelletta scorci ed immagini  
E-MAIL la chiesa parrocchiale La zecca di Frinco la famiglia Turco info sul paese  
INFO sul sito il museo agricoltura   la famiglia Mazzetti sito comunale   

La famiglia Turco fu Signora di Frinco, Mombercelli, Montemagno, Tonco, Viale, e parzialmente anche di Barbaresco, Neive, Revigliasco e Savigliano.
Nel feudo di Frinco subentrano come Signori gradualmente ai Pelletta.

lo stemma della Famiglia TurcoLo stemma araldico era composto di uno scudo d'argento con un'aquila nera, dotata di artigli e becco rossi, con corona d'oro; il cimiero era disegnato con un turco vestito d'azzurro e di rosso, con un turbante d'argento; il motto era  "la virtù può accompagnarsi alla buona fortuna"

Le origini dei Turco sono antiche, si sa che essi ebbero notevole potere economico e che l'attività principale della casata era quella banchiera.

La genealogia di questa Famiglia non è molto conosciuta, questi sono i fatti salienti nella loro storia:

1084    Gherardo Turco, signore di Tonco, istituisce l'ordine Gerosolomitano
1130
    Giovanni Turco risulta essere il Superiore dell'ordine dei Gerosolomitani
1189    Riccardo Turco è il successore del primo priore d'Inghilterra
1280    Giovanni Turco viene nominato signore 
1300    Gugliemo Turco uccide Manuello e Valeriano Solaro nel periodo delle lotte fra gli schieramenti opposti di Guelfi e Ghibellini; i Turco si schierarono con i ghibellini astigiani, i quali si riunirono in una coalizione denominata "de Castello" che comprendeva anche le famiglie nobili Guttuari ed Isnardi. Le lotte con i Guelfi per la supremazia sia sul territorio che sui commerci si protrassero per alcuni anni, sinché i de Castello, alleatisi coi marchesi del Monferrato e di Saluzzo, riuscirono a sconfiggere nel 1303 gli oppositori capeggiati dalla famiglia Solaro ed assunsero il comando della città di Asti. Ma i Guelfi si allearono a loro volta con Chieresi, Albesi e con Guglielmo di Mombello e nel 1304 riuscirono a cacciare dalla città i Ghibellini che si rifugiarono nei castelli delle proprie Signorie o degli alleati.
1309    Gugliemo Turco e suo figlio vengono condannati dal conte Amedeo di Savoia a ritirarsi nell'isola di Cipro, questo dopo l'intervento dello stesso conte nella lotta fra guelfi e ghibellini ad Asti, ma Guglielmo si rifiuta di partire e si rifugia nel castello di Frinco 
1311, 26 aprile    nel castello di Frinco Guglielmo Turco e gli altri Ghibellini della fazione De Castello si sottomettono a Guglielmo di Mombello, emissario dei Savoia
1320    Filippo turco viene citato come nobile personaggio di Asti.
1335    Palmerone Turco è proprietario di alcune banche in Savoia, precisamente a Thonon ed a Sembrancher, questo sino al 1363.
1342, 26 aprile    Asti riconosce la Signoria di Antonio e Turchetto Turco sul feudo di Frinco.
1342    Antonio e Turchetto Turco acquistano per 30.000 fiorini d'oro il castello ed il feudo di Montemagno
1347    Bartolomeo Turco viene risarcito dopo un danno subito nel Vallese, grazie alla trattativa di un emissario del conte Amedeo VI di Savoia con il vescovo di Syon
1347    un possedimento dei Turco a Sembrancher viene sequestrato per problemi fiscali
1348    Palmerone Turco presta al conte Amedeo VI di Savoia la somma di 1000 fiorini
1350    Antonio Turco, figlio di Filippo, era Signore di Frinco e Montemagnoi
1375    Antonio Turco acquista dagli Scarampi il feudo di Mombercelli
1387, maggio    Antonio Turco giura fedeltà agli Orleans  per il feudo di Frinco, dopo il contratto di matrimonio fra Luigi d'Orleans e Valentina Visconti che vide passare Asti e 106 feudi astigiani ai francesi
1390    Tommaso Turco, figlio di Antonio, viene investito dei feudi di Frinco, Montemagno e Mombercelli
1400    Oliviero Turco è banchiere ad Ambronay
1430, 19 dicembre    Giovanni Turco, figlio naturale di Antonio, capitano generale delle truppe del Marchese di Monferrato, ex capitano di ventura, viene impiccato a Moncalvo con l'accusa di tradimento
1431    Gabriello Turco, figlio legittimo di Antonio e fratellastro di Giovanni, signore di Frinco fu ucciso dagli uomini del marchese del Monferrato che tentarono senza riuscirvi la conquista del castello frinchese.
1442    Andreotta Turco, vedova di Pietro Isnardi e figlia di Antonio, vende il castello e la sua parte di feudo di Frinco alla famiglia Mazzetti, in seguito si ritirerà nel feudo di Valgera
1470    Andrea Turco vende la propria parte del feudo di Frinco ad Antonio Romagnano, il quale la cederà successivamente ai Mazzetti.
1549    i Turco vendono il feudo di Montemagno ai Della Cerda

Altre brevi notizie arrivano sino alla prima metà del '600, poi la dinastia della famiglia Turco perse sempre più prestigio anche economico, sino a scomparire dalla nobiltà.


Bibliografia:
- DEZZANI Edoardo - Frinco, cenni storici - 1949
- MALFATTO Venanzio - Asti, antiche e nobili casate - 1982 - (da cui è tratto lo stemma)
- SORISIO Roberto - Ricerche storico-giuridiche su Frinco - Tesi di Laurea- 1979
- VARESIO Giovanni - Frinco, storia cronaca immagini - 1999


sabato 28 gennaio 2012

torna alla home page di frinco sali ad inizio pagina contatta Tiziano